Anche le piccole e medie imprese (PMI) possono installare rapidamente una rete wireless

Da una serie di sondaggi sta già emergendo questa tendenza: i giorni delle reti cablate sono contati in termini di connessioni con dispositivi in punti finali. Le reti domestiche hanno smesso di essere cablate già da molto tempo, con il sopravvento di router Wi-Fi tutto-in-uno. Ancora più sorprendente è il fatto che i dispositivi degli utenti finali, come iPad e iPhone, non hanno neanche più una porta UTP, mentre altri tablet e portatili stanno anch’essi passando a questa situazione. Le aziende, tuttavia, sono riluttanti a rinunciare tanto facilmente alla sicurezza, affidabilità e velocità di una rete cablata. Installare una rete wireless di “business class” richiede la necessaria pianificazione e competenza.

Controller

Negli ultimi anni, il settore wireless ha registrato sviluppi incessanti. Ne sono risultati nuovi standard wireless, un potenziamento della sicurezza e velocità superiori. Anche l’installazione di reti wireless è diventata più semplice. Mentre, in passato, ogni punto di accesso doveva essere configurato separatamente, il processo attuale è decisamente semplificato. Si tratta di utilizzare un controller che configura e monitora diversi punti di accesso a livello centrale e in contemporanea. Molte grandi aziende utilizzano una soluzione wireless con un controller che permette loro di configurare correttamente e di controllare i punti di accesso (che possono spesso arrivare a essere centinaia).

Un controller è spesso un grosso investimento per le aziende più piccole, soprattutto quando hanno solo da cinque a dieci punti di accesso in una sede. La funzione del controller è tuttavia fondamentale in una rete wireless all’avanguardia. È per questo che alcuni fornitori offrono “soluzioni senza controller”. Ma cerchiamo di essere realistici: anche queste soluzioni prevedono un controller. Magari non c’è un controller fisico, ma c’è comunque una funzione di controller. La funzione di controller viene quindi affidata a un punto di accesso della rete.

La soluzione Mobility Express

Per soddisfare la domanda da parte delle PMI, con l’arrivo dei punti di accesso della serie Cisco Aironet 1830 e 1850, Cisco ha lanciato la soluzione Mobility Express sul mercato. Mobility Express è il software senza controller integrato di Cisco per i punti di accesso delle serie Aironet 1830, 1850 e Meraki. Mobility Express aiuta istituti scolastici più piccoli e retailer, il cui personale non ha molte competenze tecniche, a installare comunque una rete wireless in 10 minuti tramite l’interfaccia di gestione web.

Fra parentesi, ci sono ora prodotti rivali sul mercato dotati di funzionalità analoghe, come Ruckus Wireless Unleashed. Quello che Mobility Express ha di speciale è che numerose impostazioni di configurazione sono già preconfigurate in base alle best practice integrate.

Best practice di Cisco Mobility Express

Punto di accesso master

In Mobility Express, il primo punto di accesso della rete Mobility Express funge da snodo gestionale, noto anche con il nome di “punto di accesso master”. Esso invia tutte le impostazioni di configurazione agli altri punti di accesso. In questo caso, ciò si applica non solo ai punti di accesso delle serie Aironet 1830 e 1850, ma anche a quelli precedenti delle serie Aironet 1700, 2700 e 3700, nonché ai punti di accesso Meraki.

Dashboard di rete di Cisco Mobility Express

802.11ac Wave 2

La differenza fra i nuovi punti di accesso ha a che vedere con il supporto dello standard wireless più recente, 802.11ac Wave 2. L’Aironet 1830 dispone di due radio che supportano i canali a 80 Mhz (banda da 5 GHz) con 3×3 MIMO (Multiple In Multiple Out). L’Aironet 1850 supporta 4×4 MIMO con quattro stream spaziali, raggiungendo un throughput di 1,73 Gbps. Stiamo parlando di velocità wireless Gigabit wireless effettive.

Un altro vantaggio offerto da questi punti di accesso 802.11ac Wave 2 è che supportano una rete MIMO multi-utente. In una rete MIMO a utente singolo, un solo client wireless può essere attivo in un determinato momento sulla rete. Tutti gli altri client devono attendere il proprio turno. In una rete MIMO multi-utente, possono essere attivi contemporaneamente due o tre client. Questo dipende dal numero di stream spaziali utilizzati da un client. La rete MIMO multi-utente assicura inoltre che i client possano essere gestiti contemporaneamente e in tempi più rapidi. Di conseguenza, gli altri client possono perdere i propri dati più rapidamente, con conseguente aumento della velocità della rete wireless.

Installazione in cinque passaggi

Per installare una rete Mobility Express, è necessario eseguire cinque semplici passaggi:

  1. Avviare il punto di accesso (tramite un adattatore di corrente o un cavo UTP collegato a uno switch PoE);
  2. Collegarsi con l’SSID predefinito chiamato “CiscoAirProvision”;
  3. Collegarsi al portale di gestione tramite l’indirizzo IP predefinito (che molto spesso corrisponde all’indirizzo gateway predefinito, ricevuto dalla rete wireless temporanea);
  4. Lanciare la procedura di installazione guidata;
  5. Salvare la configurazione e riavviare il punto di accesso.

Aggiunta di punti di accesso

Aggiungere diversi punti di accesso a questa rete è altrettanto semplice. Nuovi punti di accesso vengono rilevati automaticamente dal punto di accesso master, che invia la configurazione ai nuovi punti di accesso. Tutti i punti di accesso inviano in risposta informazioni al punto di accesso master. Ciò consente l’aggiustamento automatico di eventuali deviazioni nella configurazione. In aggiunta, vengono inviati al master anche i dati relativi, per esempio, all’utilizzo della larghezza di banda e al numero di client presenti nella rete wireless. Possiamo quindi produrre facilmente report di alta qualità dal dashboard di gestione.

Report sui client di Cisco Mobility Express

In caso di guasto imprevisto del punto di accesso master, un altro punto di accesso assumerà il ruolo di master nella rete. In sintesi, oggigiorno installare una rete wireless può risultare davvero semplice. Guardate anche il nostro video (in olandese), durante il quale vi mostrerò in cinque minuti quanto è rapida la procedura di configurazione. Vi condurrò attraverso la procedura di configurazione guidata: vedrete che, con questa interfaccia web ben strutturata, non esiste il rischio di commettere errori.

Possiamo configurare 25 punti di accesso in 10 minuti. È realmente possibile?

Guardate il video