Cisco Meraki e Vapiano collaborano a un piano per la centralizzazione e la gestione della rete

Vapiano è una catena tedesca di ristoranti di cucina italiana dall’atmosfera informale. Il primo ristorante venne aperto nel 2002 ad Amburgo. Attualmente, il marchio conta già oltre 230 sedi sparse nel mondo. La rete wi-fi gioca qui un ruolo cruciale, non solo per i clienti dei ristoranti, ma anche per i terminali dedicati alle ordinazioni, per i POS e per gli uffici. Dopo approfondite ricerche nel campo, Vapiano ha scelto Cisco Meraki come partner IT. Continua a leggere per scoprire come la collaborazione con Cisco consentirà a Vapiano di raggiungere quota 330 con i suoi ristoranti.

Vapiano punta decisamente in alto. Mira infatti ad aprire il ristorante numero 330 entro il 2020. Al momento la catena conta oltre 230 locali in 33 Paesi, che includono, oltre alla Germania, molti Paesi europei, ma anche gli Stati Uniti d’America, la Cina, l’Australia e il Brasile.

Una rete non centralizzata
Le startup a crescita rapida si trovano quasi tutte davanti allo stesso problema: strutture e servizi in aumento non supportate da un piano preciso. Questo vale spesso anche per le infrastrutture di rete. Solitamente si installa un router cui poi vengono collegati computer e dispositivi di vario genere. E all’improvviso gli ingranaggi si inceppano e iniziano i problemi legati a spazio e gestione.

Vapiano, peraltro, gestisce l’intero reparto IT da un’unica sede centrale, per mezzo di un team piccolo, seppure specializzato. Quando il team si unì a Vapiano alcuni anni fa, trovò un’infrastruttura di rete non gestibile centralmente; inoltre, non c’era alcun controllo sui dispositivi utilizzati, caratterizzati peraltro da una certa eterogeneità in termini di marchio. Il compito di creare un quadro generale era pertanto alquanto arduo.

Una nuova struttura
Si rendeva quindi necessario passare a un’infrastruttura modulare che potesse essere gestita a livello centrale. Tutti i ristoranti devono essere collegati a connessioni VPN che confluiscono nel “concentratore VPN”, gestito dalla sede centrale.

I ristoranti in giro per il mondo non possono avvalersi di supporto IT, per questo è cruciale trovare una soluzione affidabile che possa essere gestita da remoto. Dopo un’attenta analisi e vari test, Vapiano ha deciso che è Cisco Meraki che soddisfa tutti i requisiti: varietà di prodotti disponibili e perfettamente compatibili tra loro, e prezzo, inferiore alle aspettative e al budget.

Rapporti e monitoraggio
Meraki offre un pannello di controllo completo che regala una panoramica dettagliata sull’intera rete. Questo pannello di controllo serve a monitorare costantemente tutti i ristoranti e i dispositivi connessi, e a generare relativi rapporti. Ad esempio, vuoi sapere se e perché uno o più ristoranti risultano non in linea? Il test integrato degli switch consente di identificare e risolvere velocemente e da remoto eventuali problemi legati ai cavi di rete.

Per la gestione di tutti i dispositivi mobili che vengono utilizzati nei suoi ristoranti, Vapiano si avvale del Meraki Systems Manager, integrato nel pannello di controllo. Allo stesso scopo si serve inoltre del Mobile Device Management.

SSID multipli
In ogni ristorante vengono impostati 3 SSID, collegati allo stesso router Meraki. Una rete aggiuntiva e separata è dedicata al registratore di cassa e al sistema di pagamento. Inoltre, agli impiegati viene assegnato un SSID personale, e i clienti possono accedere alla rete tramite il wi-fi.

Con Meraki, Vapiano controlla in modo semplice la QoS. Il traffico può essere regolato in base al numero di connessioni e in caso di eventuali sovraccarichi. Per esempio, è possibile scollegare temporaneamente la diffusione dell’impianto stereo o della TV per destinare una maggiore larghezza di banda a operazioni più importanti, come i pagamenti. Questo è reso possibile dalla funzionalità firewall Layer 7. I clienti se ne accorgono a malapena. E se la possibilità per i clienti di accedere a internet sembra di minore importanza, basti pensare che l’anno scorso Vapiano ha lanciato la propria app, che consente ai clienti di effettuare ordinazioni e pagamenti; per questo è cruciale che anche ai clienti venga offerta una connessione stabile.

Partner
Ogni volta che viene aperto un nuovo locale, la macchina IT si mette in moto. Vapiano contatta prima il proprio partner Meraki locale, che si occupa dell’istallazione e assicura una copertura sufficiente della rete wi-fi. Vengono inoltre presi accordi precisi sui dispositivi da acquistare, per garantire una fornitura e un’istallazione dei prodotti uniforme e a prezzo fisso. I prodotti ordinati vengono consegnati entro 2 giorni lavorativi. Nel pannello di controllo Meraki è possibile salvare tutte le impostazioni di configurazione, che verranno poi trasmesse con un semplice tasto alla nuova sede, rendendo operativa la rete.

La distribuzione di Meraki ai ristoranti già esistenti è ancora in corso. Meraki si è nel frattempo dimostrato all’altezza delle aspettative di Vapiano in termini di affidabilità. I vantaggi per Vapiano:

Flessibilità: la soluzione di Meraki può essere estesa senza problemi a centinaia di sedi diverse.

Gestione semplice: il pannello di controllo di Meraki rappresenta una piattaforma centralizzata che consente di gestire da remoto tutti i ristoranti della catena.

Offerta completa: Meraki propone un’ampia gamma di prodotti e dispositivi tutti perfettamente compatibili tra loro.

Distribuzione: i dispositivi vengono consegnati entro 2 giorni lavorativi e possono essere configurati in pochi minuti. Con poche ore le nuove sedi saranno già pienamente operative.

Vapiano
Vapiano è una catena di ristorazione che conta oltre 230 ristoranti sparsi in tutto il mondo. Il concept si basa sulla cucina italiana; nei ristoranti, i piatti vengono preparati a vista, davanti agli occhi degli ospiti. L’atmosfera è giovane, trendy e informale. L’architetto e designer italiano Matteo Thun ha progettato gli interni di tutti i ristoranti. Il primo locale venne aperto ad Amburgo nel 2002. Nel 2014 la catena aveva all’attivo già oltre 150 sedi in tutto il mondo, numero che attualmente ha superato soglia 230. Una parte dei ristoranti è gestita in franchising.